Linguine with pistachio pesto and monkfish

linguine with pistachios pesto and monkifsh

french version english version italian version (scroll down)

On a Sunday few weeks ago, I received two calls from Italy from 2 good friends of mine; Francesca and Alice. Both called me with the same purpose, in other words to tell me about the pasta they had eaten the night before in a restaurant. It’s amazing especially because they used the same expression “Margy, you have to learn how to make this pasta so you can prepare it for us as soon as you come back this summer “. I love my friends! So in order not to disappoint them, I started to work on this recipe, I’m not sure that my version is even close to the original recipe, but trust me, I’ve tried to enact the enthusiasm of my friends as best as I could. It will be too late to take part in Angie’s party? I hope not! I cannot skip even this week!

Ingredients for 4 people: 

1 packet of pasta linguine or spaghetti  •  350 gr. of pistachios  •  150 gr. of pine nuts  •  20 gr. of grated Parmesan • 1 garlic clove (not too big)  •  3-4 basil leaves  • 3-4 cherry tomatoes  •  about 100 ml. of olive oil  •  300 gr. of monkfish or sea bream fillet, cut into pieces  •  about 20 ml. of white wine  • 1 half- orange zest  •  salt and pepper  • pink pepper for garnish

  • Start preparing the pistachio pesto. Using a blender mix pistachios, pine nuts, basil, garlic, Parmesan, tomatoes, olive oil and salt and reserve;
  • While pasta is cooking, cook the monkfish in a pan with a drizzle of olive oil, salt and pepper, cook for a few minutes until the fish turns white on the surface;
  • Add white wine and let it evaporate over high heat;
  • Lower the heat and add the orange zest, cook again until the monkfish is completely cooked ;
  • Mix pistachio pesto with a little bit of cooking water in order to get a creamer consistency, drain the pasta, season it with pistachio pesto;
  • Serve the linguine and garnish each plate with some pieces of monkfish and pink pepper grounded.

Linguine au pesto de pistaches et lotte.

pasta with pistachios pesto and monkfish

Un dimanche, il y a quelques semaines, j’ai reçu les appels de bonnes amies d’Italie, Francesca et Alice. Les deux m’ont appelée avec la même intention, me parler des pâtes qu’elles avaient mangées la veille au restaurant. C’est incroyable, elles ont aussi dit la même chose « Margy, il faut que tu apprennes à les faire, tu vas nous les préparer quand tu reviendras cet été ». J’adore mes amies!
Alors pour ne pas tromper leur attente, je me suis mise au travail, je ne suis pas sûre que ma version soit réellement fidèle à la recette originale, mais j’ai quand même interprété l’enthousiasme de mes amies :

Ingrédients pour 4 personnes :

1 paquet de pâtes linguine ou spaghetti  •  350 gr. de pistaches  •  150 gr. de pignons  •  20 gr. de parmesan rapé  •  1 gousse d’ail (pas trop gros)  •  3-4 feuilles de basilic •  3-4 tomates cerise  •  100 ml. environ d’huile d’olive •  300 gr. de lotte ou de filet de dorade, coupée en morceaux  •  20 ml. environ de vin blanc  •  le zeste d’une demi-orange  •  sel et poivre  •  poivre rose pour la garniture

  • Préparez le pesto aux pistaches à l’aide d’un mixeur, en mélangeant les pistaches, les pignons, le basilic, l’ail, le parmesan, les tomates et l’huile d’olive ; salez et réservez ;
  • Pendant la cuisson des pâtes, cuisez la lotte dans une poêle avec un filet d’huile d’olive, salez et poivrez, laissez cuire quelques minutes jusqu’à ce que le poisson devienne blanc en surface ;
  • Ajoutez le vin blanc et laissez-le évaporer à gros feu ;
  • Baissez le feu et ajoutez le zeste d’orange, cuisez encore jusqu’à ce que la lotte soit cuite ;
  • Mélangez le pesto aux pistaches avec un peu d’eau de cuisson pour obtenir la consistance que vous préférez, égouttez les pâtes, assaisonnez-les avec le pesto aux pistaches ;
  • Servez les Linguine dans un plat et garnissez de morceaux de lotte et du poivre rose moulu.

Linguine al pesto di pistacchi e coda di rospo

linguine con pesto di pistacchii e coda di rospo

Ingredienti per 4 persone:

1 confezione di linguine o spaghetti  •  350 gr. di pistacchi  •  150 gr. di pinoli  •  20 gr. di parmigiano grattugiato  •  1 spicchio d’aglio (non troppo grande)  •  3-4 foglie di basilico  •  3-4 pomodorini  •  100 ml . circa di olio d’oliva  •  300 gr. di coda di rospo (o filetto d’orata) , tagliata a pezzetti  •  20 ml. circa di vino bianco  •  la scorza di mezza arancia  •  sale e pepe •  pepe rosa per guarnire

  • Iniziate a preparando il pesto di pistacchio. Con un mixer tritate pistacchi, pinoli , basilico, aglio, parmigiano, pomodori, olio d’oliva e sale, tenete da parte ;
  • Mentre la pasta cuoce, cuocete la rana pescatrice in una padella con un filo d’olio , sale e pepe per qualche minuto finché il pesce diventa bianco in superficie;
  • Aggiungete il vino bianco e fatelo evaporare a fuoco vivace ;
  • Abbassate il fuoco e aggiungete la scorza d’arancit, cuocere finché la coda di rospo non sará cotta completamente, tenete da parte;
  • Mescolate il pesto di pistacchi con un po’ di acqua di cottura della pasta in modo da ottenere una consistenza più cremosa, scolate la pasta e conditela con il pesto di pistacchi;
  • Sporzionate le linguine, guarnite ogni piatto con qualche pezzetto di rana pescatrice e guarnite con il pepe rosa.

 

Photos by Ali and Elif

84 thoughts on “Linguine with pistachio pesto and monkfish

  1. Even if it´s breakfast time right now where I live, I am already tempted to try this! Pine nuts and pistacchios are among my favorite ingredients ever, and combined with the pasta and fish, this must be such a treat! Fabuleux, Margerita! Tes amies vont l´adorer!

  2. Je ne sais pas si c’est la recette qui a rendu tes amies enthousiastes, mais moi c’est celle-ci qui me rend enthousiaste ! Ca doit être délicieux et très subtil.

  3. Bellissimo questo piatto di linguine… sa di mare e c’è questo tocco di frutta secca che fa la differenza, splendido! Voglio provarci, anche se c’è la possibilità che mi tocchi cambiar tipo di pesce perchè quando esco dal lavoro le pescherie sono chiuse e mi rimane solo il supermercato, ma mi ispira un sacco, ultimamente ho voglia di piatti freschi e che profumano di mare!
    Un bacione!

  4. Pingback: Fiesta Friday #9 | The Novice Gardener

  5. il pesto di pistacchi lo adoro, la coda di rospo non la mangio spesso ma trovo abbia un sapore davvero delicato. L’insieme dei due deve essere delizioso!! un bacione

    • Lo sai che se fatto bene a volte quello di pistacchi piace più di quello tradizionale? Come ho specificato si può sostituire la coda di rospo con del filetto di orata, forse più facile da trovare. A noi e a degli amici che l’hanno mangiata é piaciuta moltissimo, ora vediamo cosa diranno le amiche che me l’hanno suggerita!

  6. Guarda, mi fido al primo sguardo.. si vede che questa pasta è deliziosa.
    Poi che siano i pistacchi (adoro) o la coda di rospo questo non lo so, ma il risultato è veramente una meraviglia!
    Io dico che le tue amiche non saranno deluse 😉

    • Le mie amiche oggi in chat hanno inviato subito ad ipotizzare date possibili per questa cena… e conta che non sarò in Italia prima di fine maggio! mi sta quasi venendo ansia da prestazione! Grazi mille Giulia é sempre un piacere averti qui!

  7. Looks fantastic! I’ve seen monkfish in the store many times. I’ve heard it’s wonderfully tender and light, similar to lobster. Your dish certainly makes me want to try it!

  8. I have always been skeptical about pistachio pesto. I’m a kind of food purist. But now with even you going for it and people calling you from Italy about it, I have no choice but give it a try. The recipe sound pretty tempting!

    • Really? May I confess that I prefer the pistachio pesto over the traditional ? please, forgive me, but it’s true… My friends are really kind, but I know they wanted that pasta in return!
      I think you could try to do this recipe even with the basil pesto, but since it has a stronger taste it might “cover” the taste of the fish. But who knows? maybe it will turn out a new great recipe!

  9. Marghe lo sai vero che io adoro il pesce? ti avevo accennato qualcosa nel post delle patate con la salsiccia… adesso io non conosco la ricetta originale ma ti posso dire che leggendo gli ingredienti e la ricetta mi hai proprio convinto… profumi intriganti e originali che danno vita ad un signor piatto di linguine (che tra le altre cose è il mio formato di pasta preferito) Sono certa che i tuoi amici non resteranno delusi… manca la prova assaggio è vero ma l’aspetto è davvero super…:**

    • Siii le tue origini non ti hanno tradita nei gusti, o mi sbaglio? neppure io conosco alla perfezione la ricetta perché a seguito di queste due telefonate c’é stato un gran dibattito in cui sono state coinvolte per altre amiche presenti a quella cena… qualcuna ha ipotizzato che ci fosse la panna. Io mi sono rifiutata di provarcela, dato che nella pasta é una cosa che non sopporto… con il pesce poi non ne voglio neppure sentire parlare! Io l’ho provata due volte, con il filetto di orata e poi con la coda di rospo… magari la proverò con un terzo tipo di pesce ancora… e forse anche con un quarto! grazie mille Simona per i tuoi commenti, sono sempre super super graditissimi!

  10. Great food shared with good friends and family; There is nothing better, and this is a gorgeous, authentic Italian dish meant to be shared. 🙂 I am a huge fan of pistachio pesto and definitely fish in pasta. Your photos are beautiful and show the elegance and refinement of your recipe. Best, Shanna

  11. Che bel piatto di pasta! Che bello che le tue amiche ti telefonino per dirti i piatti che mangiano, secondo me lo fanno apposta 🙂 Sanno che sei un’ottima cuoca e così ti “ingaggiano” per l’estate :-). Spero di aver capito giusto purtroppo il mio inglese è molto elementare 🙂 Non abbino quasi mai il pesce ad un piatto di pasta, ma questa coda di rospo è perfetta con le linguine!

  12. Io una pasta così la farei e la rifarei all’infinito.
    Adoro i pistacchi e il pesce è il mio tallone d’Achille, nel senso che ne mangerei a valanghe…come faccio a ringraziare le tue amiche che ti hanno ispirata così bene?!?! 😀

    • Ti confesso che l’ho fatta 2 volte con dei filetti di orata la prima volta e la seconda con la coda di rospo, sai perché? perché assolutamente non mi ricordavo come si diceva orata né in francese né in inglese e non avevo cellulare per guardare su internet… il nome della coda di rospo me lo ricordavo, ho pensato potesse andare bene ed infatti é stato così! Le mie amiche stanno già apparecchiando… vuoi unirti a noi?

  13. Ma allora quando torni vengo anche io a cena con voi e mi fai assaggiare questo piattino! Non posso vivere senza frutta secca e questo piattino deve essere buono buono…

    • A chi lo dici! la frutta secca qui costa molto meno che in Italia (stranamente) e l’offerta é assai più ampia, ergo sono almeno 400 le calorie che ingurgito ancora con i sacchetti della spesa, non mi do neppure il tempo di arrivare a casa!
      Per la cena ti aspettiamo, i posti a tavola si aggiungono sempre molto volentieri!

  14. Siamo incollati davanti al pc io e mio marito a leggerci la tua bella intro e la tua deliziosa ricetta e ovviamente ci stiamo autoinvitando anche noi all’appuntamento “pastaro” della prossima estate insieme a te, francesca e alice! 🙂
    Devi essere proprio un’amica con i fiocchi tu! Ti abbraccio

    • Sai mi fa ridere perche prima di leggere i commenti io ero guardavo la tua ricetta del pane ai ceci e dicevo a mio marito che non avendo lievito madre non potevamo farlo, scusa mi correggo, non potevo farlo e lui non avrebbe potuto mangiarlo. A questo appuntamento siamo già in diversi, ma basta buttare un po’ più di pasta! Sono io che sono fortunata ad avere delle amiche così! un bacione Elena!

  15. You are a party animal, always attending Angie’s party. I went once but I’m such a party pooper, I need to stop being so lazy and go again because it was fun 😉 So cute, I love your story of how to learned to make this pasta. xx

    • Oh Sofia I love your expression “animal party”…. even though during these days I’m so tired that I feel more like a sloth! You should bring your great story to Angie’s party, it would be fun! thanks a lot for you lovely comment!

    • I’m thinking that it wasn’t a coincidence… they did that call on purpose, just to make sure of had understand the message “learn how to do it and cook it for us”…. I’ll let you know if they will be satisfied or not! thank you for stopping here!

  16. ma se quest’ estate aspetto che torni, posso unirmi alla cena con le tue amiche??? : )
    pinoli, pistacchi, arancia…. io la preparerei con la coda di rospo, mi piace così tanto!!!! ma so bene immaginarmela col sapore delicato dell’ orata fresca….
    adesso chiudo gli occhi e mi appare nitidamente una bella terrazza con la ringhiera azzurra, il mare all’ orizzonte, il venticello tra i capelli, un bicchiere di vino con le bollicine e le concghiglie rqaccolte in spiaggia sparse sul tavolo per farci una collana come faceva sempre mio nonno (per me, naturalmente…)

    • Serena saresti la benvenuta… Giugno ti va bene? é bella Firenze a giugno, un salto potresti anche farlo! io le ho provate entrambe, orata e coda di rospo, non saprei dirti… la ricetta originale a detta delle mie amiche era con l’orata… secondo me sono da provare entrambe!

  17. Hi Margherita!! I think I missed one of your posts in my long list of emails I haven’t read!! I’m so frazzled, its crazy. Anyway, I made it!! This looks fantastic, and how funny your friends called you! I just love the sound of your pistachio pesto and the fish on top looks great too. My children love pesto so this will be a nice change for them to try. Hope you are well, my dear!!

    • Lol Nazneen. You are so kind… I’m glad you like my pasta, I’ll let my friends know how successful has been their suggestion! If you’ve never tried pistachio pesto, please give it a chance. I love it better than the regular one. I’m fine, really really tired but fine, I hope you are fine too!

  18. Mmm…this looks delicious! I find that I always buy pistachios for making some baked good, but then the remainder (usually over half) of the package just sits around forever, waiting to be used. This looks like a great (and tasty) solution to such a dilemma!

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s