Hazelnut and fig bread

pane nocciole e fichifrench version english version italian version (SCROLL DOWN)

A few months have passed since the day I hoped making bread would help me to become more patient. A good number of bread came out of my oven, but nothing has changed, indeed, I’m still the same. I’m still the one who believes that a day can last 36-48 hours. The only thing I understood, of which I’m proud, that making bread gives me a lot of happiness, although I still have a bunch of things to learn. The pleasure of seeing the bread rising in the oven and the pleasure of smelling its flavor throughout my apartment is among the nicest expectations, especially during cold days. Here we are with my hazelnut and fig bread, perfect if eaten with cheese.

Ingredients:

500 gr. of bread flour • 300 ml. of hot water•2 tablespoons of olive oil •½ teaspoon of sugar • about 10 gr. of fresh yeast• 1 teaspoon of salt •80 gr. dried figs, diced • 80 gr. of hazelnuts

  • Put the flour in a bowl;
  • Dissolve the yeast and the sugar in half of the water, pour in the flour bowl, add the oil and salt, mix everything;
  • Gradually add the remaining water, form a ball and let it rest for 30 minutes covered;
  • Add the hazelnuts and figs kneading the dough with your hands, once they are well-integrated form a ball and let it rest at least 3 hours (overnight for me) covered;
  • Take out the dough, form two sticks or just one round ball, let it rest for 30 minutes still covered;
  • While waiting preheat the oven to 200 °, line a baking tray with parchment paper, put the bread and cook about 30 minutes.

Pain aux noisettes et aux figues

hazelnut and fig homemade  bread

 

Il y a quelques mois, j’avais fait confiance au pain pour devenir plus patiente. En faisant un bilan, beaucoup de pains sont sortis de mon four, mais rien n’a changé, en fait je suis toujours la même, c’est-à-dire celle qui croit qu’une journée dure de 36 à 48 heures. La seule chose que j’ai comprise, dont je suis fière, c’est que faire du pain me donne beaucoup de bonheur bien qu’il me reste tant à apprendre. Le plaisir de voir le pain se lever à la chaleur du four et la bonne odeur répandue partout dans mon appartement est une des attentes parmi les plus agréables. Le pain aux noisettes et aux figues est si doux que je vous invite à le déguster avec des fromages à la saveur prononcée.

Ingrédients:

500 gr. de farine à pain • 300 ml. d’eau chaude • 2 cuillères d’huile d’olive • ½ cuillère à thé de sucre • 10 gr. environ de levure fraiche • 1 cuillère de sel • 80 gr. de figues séchées • 80 gr. de noisettes

  • Dans un bol, mettez la farine;
  • Dissolvez la levure et le sucre dans la moitié d’eau, versez-la dans la farine, ajoutez l’huile et le sel, mélangez ;
  • En mélangeant la préparation, ajoutez progressivement l’eau qui reste, formez une boule et laissez-la reposer couverte 30 minutes;
  • Ajoutez les noisettes et les figues en malaxant avec les mains votre pâte, une fois qu’elles seront bien intégrées formez une boule et laissez-la reposer couverte minimum 3 heures (je l’ai laissé reposer une nuit entière);
  • Prenez la pâte, formez 2 baguettes ou une seule boule ronde, laissez-la reposer toujours couverte encore 30 minutes;
  • Pendant l’attente, préchauffez le four à 200°, puis sur une plaque à four tapissée avec du papier parchemin mettez le pain et cuisez environ 30 minutes.

Pane alle nocciole e fichi

pain aux noisettes et figues

 

Ingredienti:

500 gr. di farina per pane • 300 ml. d’acqua calda • 2 cucchiai di olio d’oliva • ½ cucchiaino di zucchero • 10 gr. su fresco lievito di birra • 1 cucchiaino di sale • 80 gr. di nocciole • 80 gr di fichi secchi

  • In una ciotola, mettere la farina;
  • Sciogliete il lievito e lo zucchero in metà dell’acqua, versate la farina, aggiungete l’olio e il sale, mescolate;
  • Aggiungete gradualmente l’acqua rimasta, formate una palla e lasciate riposare 30 minuti coperto;
  • Aggiungete le nocciole e fichi impastando la pasta con le mani, una volta che saranno ben integrati nell’impasto formate una palla e lasciatela riposare coperta almeno 3 ore (io ho lasciato riposare tutta la notte);
  • Prendete l’impasto, formare due filoncini o un unico pane, lasciate riposare altri 30 minuti ancora coperti;
  • Durante l’attesa, preriscaldate il forno a 200 ° e foderate una teglia con della carta forno, sistemate i filoncini e cuocete il pane per circa 30 minuti.

 

hazelnut and fig bread1

46 thoughts on “Hazelnut and fig bread

  1. Buongiorno :)…che profumo delizioso che esce da qui?…Nocciole e fichi?!…In un pane poi?…Mi piace tantissimo…un idea bellissima e posso immaginare il suo sapore…molto belle anche le foto…un bacio grande!!
    Ila

  2. E’ vero, il pane ti insegna ad essere paziente, la pazienza è una virtù indispensabile per ottenere un buon pane e il premio è il profumo che si spande per la casa perché nessun aroma è buono come quello del pane caldo…
    Mi piace tanto questo lievitato da accompagnare ad un buon pecorino stagionato, uno dei miei formaggi preferiti (l’altro è quello fresco, ma sempre di pecorino vivo 🙂 ), me lo vedo su un tagliere accompagnato anche da frutta di stagione e da qualche fetta di salame casereccio e da un calice di vino rosso… un aperitivo rustico perfetto!
    Sei bravissima! 🙂
    Un bacio ❤

    • Diciamo che leggere questo commento in orario pre-cena é stato difficilissimo…. sul salame sono quasi svenuta! Cmq ci siamo intese benissimo, con questo pane ci vogliono sapori forti per accompagnare la dolcezza dei fichi secchi…. grazie mille Tatiana, sei troppo gentile!

  3. Anche io ormai ho capito che fare il pane mi rende proprio felice… ed è già qualcosa! Ma anche io continuo ad auto-convincermi che le giornate siano di 36/48 ore e puntualmente rimango delusa.. chissà perché, eh?!

    Il tuo pane con nocciole e fichi mi fa battere il cuore…

  4. The aromas in your kitchen must have been wonderful lately. You’ve been showcasing one beautiful bread after another! Today’s recipe sounds outstanding and looks absolutely delicious. Love the idea of serving this one with cheese…it looks to deserve more than a dip in olive oil. ❤

  5. Anche io adoro impastare!!! per me è terapeutico!!! quindi….visto che hai usato i miei ingredienti preferiti…ti rubo la ricetta!!! mooooolto volentieri!! un abbraccio tutto italiano!!!
    Simi

  6. le giornate non si allungano mai, purtroppo o per fortuna a volte, ma fare il pane è sempre, sempre, sempre un piacere e un’azione che dona pace, insegna, fa riflettere e fa andare in una dimensione slow che spesso si perde.
    Il tuo pane, ripieno con uno die frutti che più amo, è una delizia. Io ne facevo una versione ma non così goduriosa: quindi questa me sto già sEgnando…. e sOgnando!
    Grazie Margy.
    Ti abbraccio fortissimo… così!

    • In effetti le nocciole le definirei il tuo ingrediente principale… o mi sbaglio??? Lo so che a te é difficile insegnarti qualcosa, ma questo pane é veramente buono! Un abbraccio a te… hai ricevuto il mio messaggio su FB?

  7. La soddisfazione che ti dà un pane, impastato e coccolato con le proprie mani poche altre cose la danno…inventarne uno dai sapori così azzeccati poi…una favola di pane! Con il formaggio deve essere la morte sua! Grande come sempre Marghe!!Bravissima!

    • Tante, tante soddisfazioni… ma anche i fallimenti non sono stati mica pochi !!! Il formaggio nella foto era stato acquistato per una cena con degli amici… ne é rimasto solo la metà, sono dovuta andare a ricomprarlo!!!

  8. é che proprio le nocciole a me prendono tanto, ne sento l’odore anche attraverso le foto, un pane fragrante perfetto con i formaggi che qui come ben sai sono una ricchezza unica. Direi che é ottimo per le prossime feste natalizie!

    ps. interessante anche quello del post precedente.

    un’abbraccio!

  9. Questo è il pane che farebbe impazzire mia madre…e anche me, intendiamoci, ma lei per i fichi secchi ha proprio una malattia! 😉 Glielo preparerò quando dovrò farmi perdonare di qualcosa. Scherzi a parte, questo fine settimana no perchè sono fuori, ma al prossimo rinfresco della madre lo faccio! Giuro!

  10. Ho giusto giusto un Camembert aperto che vuole essere finito e appena ha visto questo post sta bussando rumorosamente dal frigo per fare un salto oltre lo schermo – e oltreoceano! – per raggiungere il tuo pane! 🙂 Sai che è un’ottima idea anche per riciclare i fichi secchi dopo le feste di Natale? Di solito avanzano sempre dal cesto della frutta secca!

    • Il cesto della frutta secca… temutissimo! Certo che noi italiani siamo buffi, abbiamo il coraggio di mangiare pure la frutta secca dopo tortellini, bolliti, lasagne… pensando al riciclo post-natalizio sarà bene inventarsi qualcosa per riciclare i datteri! Cmq lasciami dire questo, il tuo Camambert ha buon gusto 🙂

  11. Cara Margherita, questo post lo abbiamo letto e gradito in due, io lui l’ho sposato per come ‘sa far di conto’ 🙂 ma soprattutto per come parla il francese e allora poco fa ci siamo gustati la tua ricetta che a mio avviso è molto francese: pane e formaggio e cosa si può volere di più?Giusto un buon rosso!Un bacio a te da noi!

    • O mamma, lo temo allora? Quanti errori??? Cmq, hai fatto bene a sposartelo…. le persone che parlano francese come ” il faut” hanno una marcia in più (ovviamente non io!!!). Pane e formaggio… aggiungiamo un bicchiere di vino e siamo davvero a posto! Un bacione.

  12. Gosh, I see these pictures of bread & cheese and I feel like opening the fridge and have a bite of Comte, with a slice of bread and …a glass of red wine ! It looks delicious ! I never made bread before but I think I may try your recipe soon 🙂

  13. Margherita il tuo pane con fichi e nocciole deve essere una vera bontà e lo voglio provare per Natale, lo vedo super adatto…mi sa che prima di scattare la foto qualcuno 😀 si è fatto fuori mezzo sfilatino 😀 ecco la prova della sua bontà irresistibile!

    • Grazie Enrica! Immagino che finire in una delle tavole più chic d’Italia sia per il mio pane (e soprattutto per me) un grande onore!!!
      P.s non é consigliabile sfornare pane e mettersi a fare foto verso le 11.30, soprattutto se ci sono ache dei formaggi intorno!

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s